Arte e spettacoli, Contributi

11-12-2017

Romanzo di una strage, destrutturazione

di Collettivo Cinema

Primo, non credere nei media. La strage, l'informazione, l'immaginario.

Romanzo di una strage, destrutturazione

In occasione dell’incontro "La strage di P.zza Fontana, l'assassinio di Pinelli, l'innocenza di Valpreda", abbiamo deciso di guardare a quei fatti con uno sguardo critico sui media e l’informazione.
Prendendo a pretesto il film "Romanzo di una strage" di Marco Tullio Giordana - che vedremo integralmente giovedì 14 dicembre - abbiamo estrapolato e rimontato alcune parti del film per svelare i meccanismi della manipolazione dell’immaginario, fondata su falsi storici e inesattezze.

Se non state attenti, i media vi faranno odiare le persone che vengono oppresse e amare quelle che opprimono.

Malcom X

Informazione strumentalizzata, falsificazione di notizie e manipolazione dati allo scopo di indirizzare il pensiero e l'opinione di massa è una pratica consolidata dei sistemi di potere.

Allora come oggi il nostro sguardo rischia di essere vittima di raggiri, e questo intorpidisce i nostri sensi e anestetizza i nostri pensieri: menti sempre più addestrate ad accogliere come verità ciò che la macchina narra.

Vi aspettiamo